// POLONIA //

Michat Wrega aka Sepe, artista e designer, nasce a Varsavia nel 1982 e inizia presto a realizzare i suoi lavori per strada. Tema dominante della sua ricerca artistica è l’uomo, del quale indaga il rapporto con la società contemporanea. L’individuo risulta schiacciato dall’appartenenza a gruppi sociali che, assorbendolo nelle dinamiche di massa, amplificano il senso di solitudine. Sepe e Chazme hanno lavorato insieme per Memorie Urbane nel 2016, realizzando un grande muro a Fondi. L’opera, dal titolo The Trial of Joseph K., è un chiaro riferimento al famoso romanzo incompiuto di Franz Kafka, nel quale un impiegato di nome Josef K. viene accusato, arrestato e processato per motivi misteriosi. Partendo da questa vicenda hanno raffigurato una serie di costruzioni architettoniche utopistiche con al centro una figura tetra e malinconica, che rappresenta appunto il protagonista. Sepe ha realizzato il corpo e l’aspetto dell’uomo, mentre Chazme ha delineato gli edifici che sovrastano il soggetto.

english

Michat Wrega aka Sepe, artist and designer, was born in Warsaw in 1982, and soon began to realize his works on the streets. The dominant theme of his artistic research is the man, of which he investigates the relationship with contemporary society. The individual is crushed by membership in social groups, absorbing it in mass dynamics, amplify the sense of loneliness. Sepe and Chazme worked together for Memorie Urbane in 2016, painting a large wall in Fondi. The work, entitled The Trial of Joseph K., is a clear reference to the famous unfinished novel by Franz Kafka, in which a clerk named Joseph K. is accused, arrested and tried for mysterious reasons. Starting from this event they made a number of utopian architectural constructions with a dark and melancholy figure, which is precisely the protagonist, standing in the center. Sepe drew the man’s body and shape, while Chazme outlined the buildings that surround the hero.

 

Official Site