Progetto 2012

GAETA /// APRILE – MAGGIO 2012

Memorie Urbane è un festival artistico nato a Gaeta da un’idea di Davide Rossillo, presidente di Turismo Creativo e sostenitore dell’arte come strategia chiave di crescita turistica, curato da Salvatore “Solko” Brocco, in collaborazione con Walls.

Dal 18 Aprile al 15 Giugno, 5 artisti di fama internazionale si sono alternati in città, animando superfici non convenzionalmente legate alla ricezione di interventi artistici. Un progetto nato per essere proseguito su un luogo che ha accolto positivamente la realizzazione di opere di arte pubblica contemporanea e che potrebbe diventare un nuovo polo per questa forma di espressione artistica. Memorie Urbane ha voluto “riscoprire” Gaeta nei suoi angoli più dismessi, attirando lo sguardo, interessato e stupito, su zone da sempre reputate di degrado.

L’intento non è stato quello di “nascondere” le radici architettoniche della città ma di suggerire, attraverso l’arte, la possibilità di un equilibrio urbano, dando risalto a spazi parte di un orizzonte visivo ormai acquisito e solitamente trascurato. Il festival ha animato e vivacizzato culturalmente Gaeta, rinnovando l’interesse verso la città, ne ha spiegato la complessità e ha reso possibile la percezione dei suoi limiti, delle sue possibilità di recupero e di valorizzazione; ha fornito strumenti per una fruizione ragionata del bene comune.

L’anteprima del festival, il 18 Aprile ha visto protagnista il collettivo Sbagliato su due facciate della Scuola Elementare Virgilio accanto al Municipio, e sulla torretta dell’Enel di Corso Italia.

Succesivamente si sono alternati Agostino Iacurci, Escif, Sten & Lex, Teresa Orazio che hanno realizzato due interventi ciascuno: un’opera temporanea su un cartellone pubblicitario di 6x3 mt e una permanente su alcuni muri scelti in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

La prima opera occupava spazi pubblicitari, è stata visibile circa 20 giorni, poi è stata rimossa e sostituita dagli abituali 6x3 commerciali. Questo per porre l’accento sulla passiva assuefazione agli stimoli visivi commerciali sostituendoli con input creativi. Le altre opere sono state regalate in modo permanente a Gaeta, costituendosi come esempi di azioni creative e riqualificanti su architetture preesistenti. Il progetto inoltre ha incluso la proiezione (aperta a tutti) presso il cinema teatro Ariston Martedi 22 Maggio del film documentario sulla Street Art ‘Exit through to the Gift Shop’ realizzato dal famoso street artist Banksy e candidato all’ Oscar come miglior documentario.

In occasione del festival è nata anche Memorie con.temporary gallery, una galleria temporanea che ha portato a Gaeta la mostra ‘Vandalism’ organizzata da ‘999 Contemporary Gallery’ di Roma che raccoglieva opere di street artist internazionali.

Sfoglia il Catalogo